fbpx

Ibride e elettriche: guida all'acquisto

Perché scegliere elettrico e ibrido

Chi sta per acquistare una nuova auto non può ignorare che il quadro normativo punta a imporre motori sempre più sostenibili. Scegliere un’auto elettrica o ibrida significa innanzitutto mettersi al riparo dal rischio che il proprio veicolo risulti non in regola con le normative sulle emissioni o soggetto a particolari limiti di circolazione entro pochi anni dall’acquisto.

Ma i vantaggi di un’auto elettrica o ibrida sono anche economici. Non solo i consumi risultano sensibilmente ridotti rispetto ai tradizionali motori termici, ma lo Stato sta agevolando la diffusione della mobilità sostenibile con un cospicuo pacchetto di incentivi. Sull’acquisto di auto elettriche e ibride si possono così risparmiare fino a 10.000 €.

Scopriamo insieme le auto elettriche e ibride, le differenze, i vantaggi e le risposte alla domande più frequenti.

Differenze tra motore elettrico e ibrido

Per molti la differenza tra auto elettriche e ibride non è ancora ben chiara.
Innanzitutto, le auto ibride sono equipaggiate con due distinti motori, uno a combustione – prevalentemente benzina, ma anche diesel – e l’altro elettrico. Lavorando in sinergia, i due propulsori riducono le emissioni e abbattono i consumi di carburante. Le auto elettriche, invece, non hanno il motore a combustione ma esclusivamente quello elettrico alimentato da una o più batterie ricaricabili e in grado di garantire fino a 500 km di autonomia. I veicoli elettrici hanno una maggiore efficienza energetica rispetto ai motori a combustione interna.

Per le tecnologie Mild e Full Hybrid non è necessario effettuare soste di ricarica, perché il pacco batteria al litio si rigenera grazie al funzionamento del motore a combustione e sfruttando l’energia generata in frenata. I motori elettrici, invece, si ricaricano tramite il collegamento a una colonnina pubblica o alla rete elettrica domestica. In media, una batteria da 58kWh permette di percorrere fino a 420 km, in modalità totalmente elettrica. I fattori che possono influire sull’autonomia di una vettura elettrica sono però molteplici: stile di guida, attivazione del riscaldamento o del climatizzatore, etc.
Entrambi i motori sono silenziosi ma a bordo di un’auto elettrica il silenzio è pressoché totale.

Autonomia full electric

Solo le auto elettriche e le ibride plug-in possono viaggiare in modalità totalmente elettrica, ma l’autonomia è molto diversa.

Le auto ibride plug-in garantiscono una buona percorrenza in modalità 100% elettrica e sono ideali per chi usa l’auto in città è vuole percorrere gli itinerari quotidiani senza emissioni e con notevole risparmio di consumi assicurandosi anche l’ingresso nelle zone a traffico limitato. L’autonomia massima di un’auto plug-in hybrid si aggira intorno ai 100 km.

Le auto elettriche hanno invece una maggiore autonomia a fronte però della necessità di fermarsi per la ricarica in quanto non dotate della possibilità di viaggiare anche con i combustibili tradizionali. In media le auto elettriche in commercio sono dotate di pacchi batteria che variano dai 30 kWh ai 50 kWh, con autonomie reali dai 200 ai 400 km con una ricarica.

LE OFFERTE SU ELETTRICO E IBRIDO

Le tipologie di motore ibrido

Le auto ibride si distinguono in base al tipo di alimentazione, che può essere: diesel, GPL o benzina e in tre diverse macro-categorie:

Mild Hybrid

Il motore a combustione è coadiuvato da una o più batterie che si ricaricano in frenata e accelerazione riducendo i consumi.

Full Hybrid

Hanno motori elettrici più potenti che permettono di viaggiare in modalità del tutto elettrica.

Plug-in

Possono essere collegate a una rete di ricarica e superare i 50 chilometri di autonomia in modalità elettrica.

Benzina, diesel o gpl?

La motorizzazione benzina è certamente la più diffusa nelle auto ibride ma gli ultimi sviluppi del diesel hanno portato questo tipo di carburante ad essere competitivo sia dal punto di vista delle emissioni che da quello dell’efficienza.

Meno diffusi sono invece i motori ibridi con alimentazione a GPL. Tuttavia, se fino a pochi anni fa l’unica opzione possibile per chi volesse un’auto ibrida a GPL era quella di installare un impianto bi-fuel, oggi esistono in commercio le auto mild hybrid a GPL di serie, non definibili ibride a tutti gli effetti perché il motore elettrico non è in grado di funzionare in autonomia.

INCENTIVI E AGEVOLAZIONI

I possessori di un’auto ibrida o elettrica sono esonerati dal pagamento del bollo per 3 anni e parcheggiano gratuitamente sulle strisce blu. Per le elettriche anche l’accesso alle zone a traffico limitato è gratuito. Inoltre, grazie alle politiche di incentivazione per la mobilità sostenibile messi in campo dallo Stato ma anche da molte regioni e, tra queste, il Lazio, il risparmio sull’acquisto di un’auto elettrica o ibrida può essere molto cospicuo.

Ecobonus, incentivi statali e rottamazioni offrono la possibilità di risparmiare cifre considerevoli sull’acquisto di auto elettriche e ibride. Il sistema in vigore in Italia è basato sulle fasce di emissione e su un prezzo massimo di listino che è fissato solitamente intorno ai 50.000 € (IVA esclusa).

Gli incentivi vengono erogati periodicamente dallo Stato e lo sconto può variare in base alla fascia di emissioni, con un risparmio massimo per le auto con emissioni comprese tra 0-20 g/km. Le auto con emissioni comprese tra 21 e 60 g/km hanno diritto anch’esse a vantaggi e incentivi. Gli ecoincentivi sono spesso cumulabili con un bonus rottamazione.

DOMANDE FREQUENTI

Qual è il risparmio rispetto ai consumi di un’auto a benzina?

Un’auto totalmente elettrica percorre 100 km con circa 2,58 € di ricarica, rispetto ai 9,60 € di un’auto a benzina. Questo significa che in un anno (stimando una percorrenza media di 25.000 km l’anno) la spesa di ricarica di una vettura elettrica sarà di 645 €, contro 2.400 € di carburante. Un risparmio di ben 1.755 €!

Quanto costa ricaricare un’auto elettrica?

Secondo i dati più recenti, ricaricare l’auto con una comune presa domestica ha un costo 0,20 euro al kWh. Che sale a 0,45 euro al kWh se si usufruisce delle colonnine di ricarica pubbliche, che hanno però il vantaggio di diminuire notevolmente i tempi di ricarica.

Elettrica o ibrida?

La scelta migliore non può che essere quella basata sulle proprie esigenze. Viaggi molto ma non hai la possibilità di istallare una wall box domestica per ricaricare la tua auto e quelle pubbliche sono lontane? Le auto Mild e Full Hybrid sono sicuramente una scelta adeguata.

Vivi in centro e guidi prevalentemente in città, percorri tra i 15.000 e i 25.000 km l’anno, hai la possibilità di accedere facilmente a un punto di ricarica pubblico o domestico? L’elettrico e il Plug-In Hybrid sono la scelta giusta per te.
Acquistando un’auto totalmente elettrica accedi alla fascia più alta di ecoincentivi, potendo così usufruire di un risparmio fino a 10.000 €!

Quanto dura una ricarica?

In media, una batteria da 58kWh permette di percorrere fino a 420 km, totalmente in modalità elettrica.
Sono diversi i fattori che influiscono sull’autonomia di una vettura elettrica: ad esempio lo stile di guida, il riscaldamento o il climatizzatore.

Dove si ricaricano le batterie di un’auto elettrica e quanto tempo ci vuole?

Ogni vettura elettrica ha a bordo un kit di cavi di ricarica compatibili con le stazioni di ricarica pubbliche più comuni. Le stazioni di ricarica veloce consentono centinaia di chilometri di autonomia per ogni ora di ricarica.
Ovviamente le auto elettriche si possono ricaricare anche con attacco alla rete domestica: per le auto più piccole basta una sola notte per una ricarica completa.

Quanto durano le batterie di un’auto elettrica e quanto costa sostituirle?

Il ciclo di vita delle batterie per un’auto elettrica è molto lungo: anche dopo 300.000 Km mantengono fino al 90% della loro capacità originaria.
Inoltre il costo di manutenzione di un motore elettrico è inferiore a quello di un’auto a combustione, poiché non ha parti soggette a usura né liquidi di sostituzione. Anche l’usura delle pastiglie dei freni è ridotta, grazie all’impiego dei sistemi per il recupero dell’energia in fase di decelerazione.
E quando le prestazioni non sono più sufficienti per le auto, le batterie possono essere riciclate in altre modalità di utilizzo.

Richiedi informazioni

Sarai richiamato da un nostro consulente che potrà illustrarti tutti i servizi che offriamo e i vantaggi di acquistare con Concessionaria Fiori!

RICHIEDI INFORMAZIONI

    Il tuo nome *

    La tua email *

    Recapito telefonico *

    Il tuo messaggio


    Dimostra che non sei un robot rispondendo a questa domanda:

    Richiedi informazioni

    Sarai richiamato da un nostro consulente che potrà illustrarti tutti i servizi che offriamo e i vantaggi di acquistare con Concessionaria Fiori!

      Il tuo nome *

      La tua email *

      Recapito telefonico *

      Il tuo messaggio


      Dimostra che non sei un robot rispondendo a questa domanda:

      Domande? Chiama ora!