Dacia

Dacia-logo-2008-1920x1080

Dacia, quando la qualità
diventa accessibile

Ha rivoluzionato il mercato del settore automobilistico con un’idea innovativa e coraggiosa: realizzare vetture low cost accessibili a tutti senza rinunciare alla qualità. Una scommessa vinta su tutti i fronti. Che ha decretato il successo del marchio Dacia.

Nata cinquant’anni fa a Mioveni, in Romania, legata al marchio Renault con cui strinse un accordo fin dagli esordi, la casa romena è cresciuta negli corso degli anni con la produzione di automobili apprezzate da subito prima nell’Est Europa e, in seguito, nel resto del continente.

L’esordio avvenne nel 1968 con la Dacia 1100, berlina a motore e trazione posteriore a 48 cavalli, a cui fece seguito l’anno successivo la Dacia 1300, più spaziosa e potente con i suoi 54 cavalli. Quest’ultima ebbe un ottimo riscontro sia nel mercato interno che nei paesi del blocco comunista e venne commercializzata anche in altri mercati esteri con la denominazione di Dacia Denem. A metà degli anni ’70 videro la luce le sue due varianti: la familiare (Dacia 1304) e il pick up (Dacia 1302).

Alla fine del decennio è la volta della Dacia 1310, più moderna e versatile, capace di conquistare un pubblico più giovanile in particolare con la successiva versione coupé.

La produzione continuò senza sosta anche dopo la caduta del comunismo. Vengono lanciate la Nova, compatta a cinque porte (1995), la Supernova (2000) e la Solenza (2003). Sono gli anni in cui si stringono ancora di più i rapporti di collaborazione con la Renault. La casa transalpina contribuisce a innalzare la qualità, installando nuove linee di assemblaggio dei motori e aggiornando i sistemi informatici.

Ed è proprio nell’ultimo decennio che la Dacia si afferma definitivamente nel mercato automobilistico lanciando una serie di modelli che si distingueranno per le elevate prestazioni e un prezzo decisamente allettante. Alla portata di tutte le tasche. Con un’attenzione particolare ai consumi, grazie all’utilizzo di motorizzazioni Bifuel Benzina/GPL in grado di conciliare rispetto dell’ambiente e bassi costi per il rifornimento.

Il nuovo corso è fatto anche di automobili più eleganti e spaziose, stilisticamente ben curate e in grado di cogliere il mutare della società e delle abitudini. Nel 2004 debutta la compatta Logan, in seguito proposta nella versione Station Wagon; nel 2008 c’è la Sandero, venduta a un prezzo imbattibile; due anni dopo ecco che conquista tutti il Duster, un suv moderno e spazioso proposto a un prezzo decisamente concorrenziale rispetto a rivali simili. Un’ulteriore novità arriva nel 2012 con la monovolume dal carattere versatile Lodgy.

L’offerta Dacia è di larghe vedute: non si rivolge solo alle famiglie, ma si apre anche al mercato dei professionisti con la produzione di comodi e versatili mezzi da lavoro. L’apripista è la multispazio Dokker, proposto anche in versione Van, a cui si aggiunge la serie dedicati agli autocarri.

In continua evoluzione, sempre al passo con i tempi, oggi Dacia si rivolge un pubblico che in un’auto cerca la sostanza e la praticità, ma desidera al tempo stesso un prodotto affidabile e robusto. E che sappia offrire il comfort e le tecnologie avanzate senza spendere cifre esorbitanti.

PROMOZIONI

Caricando...